NUTRIRE

sospiro silenziosamente. in modo prolungato. o secco, rapido. c’è tutto un mondo dentro quel sospiro. tutto quello che ho avuto e che non avrò mai più. tutto quello che ho (o che potrei avere) e che non mi importa di avere. tutto quello che vorrei avere (chissà cosa, chissà chi) e che non so se avrò mai. poi, la coscienza del tempo che passa. fluido ma non troppo, come un olio, come sangue dentro un ago. immagine ancora più appropriata. il sangue si coagula, finisce, muore. in quel mondo c’è un continente, esteso, imbevuto di mancanza e desiderio. c’è tanta insoddisfazione. è una cosa che sento forte, una mattonata, un pugno emozionale. forte, che ti spacca il naso. mi concentro. con la frenesia di una cavia dopata ansiosamente mi infilo in un cunicolo sotterraneo cercando con affanno il lato positivo di tutto ciò. forse il lato positivo è che sento. se sono insoddisfatto è perché ho quel qualcosa dentro. si agita, assume forme strane. mi vengono in mente amebe, ectoplasmi, creature degne del Pasto Nudo. si dilata, si restringe. come una pupilla. a volte la creatura è quieta, assopita. altre no. si espande. specie di notte, o al temuto risveglio, e mi tormenta. è dentro di me, da sempre. esistono vari metodi per placarla ma non tutti dipendono da me. alcuni li sceglie l’avaro destino e comunque non tutti funzionano sempre bene. o meglio, funzionano, ma comportano conseguenze non indifferenti. ed a quel punto cado, come sempre, nella posizione di dovere prendere una decisione. cosa che odio, scegliere. io non scelgo: rimando, aspetto. non decido, lascio questo compito agli altri, a coloro che hanno un carattere forte, volitivo. io, la mia determinazione, la conservo per quello che gli altri nascondono o ripudiano. lo faccio per dispetto, per ripicca verso quella vita che tanti amano così com’è. che mistero, questo. non importa, io devo pensare a nutrire quella creatura che ho dentro. e se il destino non mi aiuta devo pensarci io. è tanto semplice, la cosa. la prossima volta che una persona qualunque mi farà quella cazzo di domanda, quel perchè rivoltomi centinaia di volte, risponderò così: “Devo nutrire una cosa – e tu non puoi certo aiutarmi”.  
 
 Soundtrack: CRISPY AMBULANCE “The presence”    
Annunci

19 commenti on “NUTRIRE”

  1. elis3win ha detto:

    non credo sia tanto facile “nutrire la cosa” scacciando gli altri. in questo modo nn smetterà mai di tormentarti…
    a volte xò, ci si affeziona alle notti insonni.
    un saluto.
    E

  2. sexydarkmoon ha detto:

    allora imbracciamo un mitra e diciamocelo, cazzo, prima di sparire voglio almeno fare il botto di morti. e facciamo la gara a chi ne ammazza di più

  3. dressed2kill ha detto:

    re: sexydarkmoon
    a questo proposito potrebbe piacerti un post scritto a febbraio. si chiama, guarda caso, “UCCIDERE”.

    re:elis3win
    ma la cosa è…varie cose. non è una cosa specifica. magari (ti) spegherò meglio. rileggendo il post ho notato che non si capisce bene a cosa mi riferisco. non ho voluto cambiarlo di proposito. per comunicare il mio senso di confusione.

    -M

  4. elis3win ha detto:

    Si, a questo punto vorrei capire meglio. 🙂
    curiosità?
    forse.

  5. sexydarkmoon ha detto:

    io mi sento tanto Patrick Bateman in questi giorni.
    devo assolutamente massacrare qualcuno.

  6. sexydarkmoon ha detto:

    a proposito, ehm, non so perchè ma ero convinta che tu fossi una donna..

  7. dressed2kill ha detto:

    re:sexydarkmoon

    “ABANDON HOPE ALL YE WHO ENTER HERE is scrawled in blood red lettering on the side of the Chemical Bank near the corner of Eleventh and First and is in print large enough to be seen from the backseat of the cab as it lurches forward in the traffic leaving Wall Street and just as Timothy Price notices the words a bus pulls up, the advertisement for Les Misérables on its side blocking his view, but Price who is with Pierce & Pierce and twenty-six doesn’t seem to care because he tells the driver he will give him five dollars to turn up the radio, “Be My Baby” on WYNN, and the driver, black, not American, does so.”

    così ti ispiri un pò. ti dovrebbe venire in mente qualcosa.

    -M

  8. SweetBitch ha detto:

    no mia visto, ma cercherò di vederlo 🙂

  9. FrancesGlass ha detto:

    Quanto è tutto fluido, quando tutto appare con i contorni sfumati (anche quello che gli altri dicono dovrebbe interessarci), quando gli ectoplasmi appaiono più interessanti di determinate persone, bhé allora scegliere smette di avere senso. Almeno per me.

  10. L3oLa ha detto:

    io non scelgo: rimando, aspetto. non decido, lascio questo compito agli altri, a coloro che hanno un carattere forte, volitivo. io, la mia determinazione, la conservo per quello che gli altri nascondono o ripudiano. lo faccio per dispetto, per ripicca verso quella vita che tanti amano così com’è.

  11. stella2682 ha detto:

    leggo e le tue parole mi vengono incontro.
    girano come un mulinello.

  12. sexydarkmoon ha detto:

    disgusto e disprezzo.
    per tutto quello che è diverso da me
    e per me stessa.

  13. sexydarkmoon ha detto:

    an old one? what are you talking about

  14. GoldenBrown ha detto:

    Già, un po’ di quell’ozio tipico dei paesaggi Liguri ci vorrebbe anche a Me.
    🙂 Non sei l’unico ad aver quel problema col testo, non so perchè faccia così, forse dipende da internet Explorer perchè Mi hanno detto che con la nuova versione ( la 7 credo) si dovrebbe visualizzare correttamente.
    Chissà, misteri della scienza, alla fine i computer son proprio delle macchine stupide.

  15. dressed2kill ha detto:

    re: sexydarkmoon

    OOOOH

  16. sexydarkmoon ha detto:

    è che ogni momento che passa diventa peggio


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...