HAND OF AUGUST

osservo fino all’ultimo una sagoma che svanisce attraverso i finestrini di un treno che di lì a poco si allontanerà, veloce. salgo poi quasi intontito sul treno di fronte, che partirà subito in direzione opposta, trascinandosi lentamente. mi siedo in un angolo, nel seggiolino di fronte ai cessi. non sono ancora arrivato ma vedo davanti a me una camera SEMIvuota. nel senso stretto del termine. come un cubo in penombra diviso esattamente a metà. vi entro. sensazione di vacuo. non più oggetti ed indumenti che riposano ciondolando su sedie e vetusti comodini. ora ci sono solo i miei, disposti in maniera rigida, ognuno sempre al posto prestabilito. mi butto a letto e decido meccanicamente di fotografare una macchia di sangue a forma di mano. la cosa potrebbe apparire macabra, fuori luogo, voyeuristica. ma così non è. in quella forma sfocata si vedono due corpi illuminati da una luce fioca e profumata. due anime che si cercano e si uniscono. occhi che si fissano sfrontati poco prima di serrarsi nel momento del piacere estremo. no, nessuna macchina fotografica. nessuna videocamera. al diavolo le banalità porno degli odierni pseudonarcisi da quattro soldi. a noi basta l’opaco specchio di un vecchio armadio anteguerra. instabile e cigolante. solo lì la memoria delle nostre notti d’agosto rimarrà custodita. nello specchio e in quella vaga forma. che vorrei non svanisse mai.

 

Soundtrack: NEW ORDER “Someone like you”

 

Annunci

3 commenti on “HAND OF AUGUST”

  1. utente anonimo ha detto:

    “You’re everything to me
    The sweetest symphony
    All that I try to be
    You are my harmony
    I guess what I mean to say
    Is you keep the walls at bay
    The children on holiday
    Here comes the crowd”

    Una strofa dei New Order vale mille parole. Uno specchio anteguerra vale innumerevoli fotografie.
    Ma questo, noi, l’abbiamo sempre saputo.

  2. FrancesGlass ha detto:

    È passato davvero così tanto tempo. Nessuno mi aveva avvertita di quanto possa essere ingannevole la vividezza di alcuni ricordi.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...