conosciamo 1000 modi per far parlare i muri…

Delle conseguenze penali si dovrebbero occupare magistrati, avvocati, forze dell’ordine. Ma, intanto, un modo per espiare la pena ci sarebbe: costringerli a ripulire immediatamente, ovviamente a loro spese, le facciate dei Palazzi che hanno imbrattato. Così sarebbero impegnati in un’attività socialmente utile, vista la loro avversione contro il lavoro, inteso secondo la loro distorta visione del mondo come “forma di schiavismo”, “mortificazione delle persone” e “strumento del Capitale” (come testimoniato dalle varie scritte sparse qua e là nelle vie del centro).

Gazzetta del Sud 3/5/2015

(N.d.R.  i fatti a cui si riferiscono gli agenti mediatici del sistema sono accaduti la sera del 30.04.15)

Abbiamo disturbato la vostra quiete? Continuate ad indignarvi per una vetrina infranta ma mai per l’impotenza che porta a chinare la testa di fronte all’inaccettabile? Vivete come se la devastazione di Stato e Capitale non esistesse, come se lo scempio fosse una scritta su un muro o monumento? Non vi accorgete che il vero scempio è quello subito dai corpi modellati minuziosamente per renderli perfettamente aderenti alle strutture della merce, del lavoro e del divertimento organizzato?

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...